GRAZIE “ZENA BOY” !

E così lo “squadrone ambrosiano” si è presentato ai nastri di partenza del Rhental Open 2014, giunto alla terza edizione, sempre magnificamente ospitati dal padrone di casa e brillante organizzatore Norbert Engel. Vorrei ringraziarlo proprio all’inizio di questo articolo per i suoi consigli e la sua evidente simpatia per la nostra partecipazione. Un bel dispiegamento di forze, selezionato in parte dalla massima categoria con Battaglia, Coltro, Costa, Sabetta e Luoni ed in parte dalla nostra serie intermedia, con Baccheschi, Martinelli, Palma, Panzeri jr e Rizzo che esprimono a pieno titolo la qualità della B CATEGORY in costante crescita tecnica. Questa seconda trasferta ha prodotto un turbine di soddisfazione e consensi e noi, quelli dello squadrone appunto, resteremo qualche giorno tra lo sconcerto e la gioia, tutto sommato beati, con un pizzico di sano orgoglio sportivo. Svetta su tutti la prestazione di Michele Battaglia che nonostante la giovane età è una specie di veterano tant’è che può contare ben quattro lunghe permanenze alla STAR ACADEMY di Sheffield ed un certo numero di partecipazioni a tornei internazionali. Non dobbiamo perciò stupirci se dal curriculum di questo silenzioso ragazzo di Genova è uscito un piazzamento di tutto rispetto, un quinto posto meritato e meritorio, probabilmente l’inizio di una lunga carriera che lo snooker ambrosiano supporterà come fiore all’occhiello.

RHEINTAL2014 003

Massimiliano Sabetta è una continua rivelazione e un ottimo esempio di autodidatta che lavora a perfezionare le proprie basi con risultati che ripagano ampiamente lo sforzo. Produce fiammate di ottimo snooker e mette alle corde l’espertissimo “Captain” Tiziano Guerra con un perentorio 2 a 0. Quest’ultimo però, ancor più motivato, con una prodezza agonistica annienta l’ostico tedesco Brunner e riesce a passare il turno superando il Sabetta che, subendo il contraccolpo con il solito “aplomb”, non può che lasciarci fieri della sua prima gara internazionale.

RHEINTAL2014 007

Claudio Costa, flemmatico e riflessivo, ha dato buona prova nel fronteggiare avversari dalle incognite potenzialità, cedendo solo per inesperienza agonistica, Gigi Luoni ha giocato bene pagando dazio solo per la poca convinzione, Marco Palma ha controllato con maturità la sua grande emozione per questo sfortunato esordio in un girone obbiettivamente durissimo, Rizzo ha sprecato qualche occasione di troppo per mancanza di concentrazione esprimendo però un buon gioco, Panzerino si è battuto come un cucciolo di leopardo, è stato un piacere ammirare il suo atteggiamento al tavolo e diversi colpi piazzati con grande sicurezza, Fabio Baccheschi per nulla intimidito, ha preso coscienza del suo potenziale di player e Jury, la nostra inesauribile “dinamo”, ha impegnato a fondo i suoi avversari sia con attente soluzioni tattiche che imbucando molto più del solito.

RHEINTAL2014 008

Degli ambrosiani superano il turno a gironi solo Battaglia e Coltro che insieme  agli altri due italiani affrontano gli ottavi di finale. Coltro cede a Kesseler impegnadolo a fondo nel primo frame, Guerra non la spunta con l’altalenante Lindl e Guenther nulla può contro il futuro vincitore della competizione, il turco naturalizzato tedesco Sari Soner. Passa ai quarti solo Battaglia che ingaggia un duello furibondo e vincente con lo svizzero Wild, entra di forza nella zona premi regalando ad AMBROSIAN SNOOKER come a se stesso un fantastico risultato.

RHEINTAL2014 006

Tutti i nostri players hanno dato buona prova di sé durante la gara ed anche fuori dal tavolo verde,  episodi di vero Fair play, con Luoni che, nel frame decisivo per il passaggio di turno contro l’altoatesino Guenther, non replica la contestazione per un fallo da 7 punti, meritando senza dubbio il rispetto sportivo, biliardistico ed umano dei nostri nuovi amici dello snooker europeo. Considerando la recente annessione alla EBSA, gestore di tutte le manifestazioni dello snooker amatoriale di alto livello in Europa, la nostra storia snookeristica sta per avere un’accellerazione. Con questa incoraggiante prova abbiamo dimostrato a noi stessi di essere all’altezza delle nuove opportunità che ci saranno fornite da questa importante organizzazione. Anche se per ora non possiamo competere agonisticamente per i primi posti, abbiamo iniziato a farci conoscere come una federazione neofita per lo snooker, ma seriamente intenzionata a stabilire rapporti duraturi e collaborativi, offrendo un contributo numerico e relazionale che si allinea alle strategie di sviluppo suggerite anche dalla World Snooker. La conclusione da trarre a seguito di questa seconda esperienza europea non può che essere positiva incentivando la serietà nella preparazione tecnica in vista dei campionati europei “under21” ed a squadre che si terranno a Malta nella prossima primavera … ma questa è ancora una notizia riservata … gustiamo questo bel momento e recuperiamo le forze.  Grazie “Zena Boy”, continua silenzioso e caparbio il tuo cammino, siamo tutti con te !

This entry was posted in NEWS.